Radio Deejay festeggia i suoi 34 anni

Oggi, 25 febbraio, Radio Deejay festeggia il suo D-Day…cioè il suo 34esimo compleanno a Roma, al Palalottomatica. Saranno presenti tutti i protagonisti della radio, tantissimi ospiti e tantissimi ascoltatori appassionati della radio.

Se non potete partecipare di persona dalle 21 potete seguirli in diretta anche con una radio o un’autoradio DAB+ perché…

anche Radio Deejay trasmette in #digitalradio!

Buon divertimento!

Radio Vaticana compie 85 anni

Da ben 85 anni Radio Vaticana parla alle persone di tutto il mondo. Il passato il presente ed il futuro della Radio Vaticana nell’intervista del Direttore dei programmi, padre Andrzej Majewski.

“La radio accompagna le persone oggi come ieri, parla al cuore e parla in tutto il mondo”

Alla domanda di Gabriella Ceraso: “Se lei dovesse indicare i maggiori risultati o cambiamenti, della Radio oggi, quali fronti indicherebbe?

Questa è la risposta:

“Tutto ciò che riguarda il digitale, cominciando dalla qualità del suono: da molto tempo usiamo il sistema Dab, ma anche tutto il fronte social. Per il futuro, per esempio, una cosa piccola forse, ma importantissima per noi è questa: tra poco entrerà in uso il nuovo player della Radio Vaticana. In questo modo potremo seguire tutte le cerimonie del Papa con il commento in diverse lingue – almeno cinque o sei – da tutti i dispositivi. Questo certamente creerà nuove possibilità per diffondere il nostro annuncio”.

La nuova Prius 2016 di Toyota ha la DigitalRadio di serie

Toyota rinnova l’icona dei veicoli ibridi. La nuova Prius 2016 è un’evoluzione continua: tecnologia innovativa, consumi più efficienti ed emissioni ridotte, sistemi di sicurezza all’avanguardia.

Un’auto che “rende migliore il domani” dice la Toyota …noi diciamo che “rende perfetto il suono della tua musica”!

Prius 2016 è dotata del Toyota Touch2 con telecamera e radio DAB+ DI SERIE in entrambi i 2 allestimenti: Active e Style.

Sarà ordinabile dal 22 di febbraio e in concessionaria sarà presente dal 7 marzo.

Il 19 e 20 di marzo ci sarà il weekend  porte aperte.

L’Opera eccellenza italiana si ascolta con il suono perfetto della Digitalradio

Radio 8 Opera è un progetto editoriale di Radio Rai per la promozione di un sistema musicale di eccellenza tutto italiano, l’Opera. Riconosciuta, diffusa e seguita in tutto il mondo.

Ora, con il suono perfetto della radio digitale DAB+,  si possono godere le note delle più grandi opere italiane custodite nell’archivio di Radio Rai,  interpretate dai cori e dalle orchestre Rai,  dirette da   Herbert von Karajan, Carlo Maria Giulini, Leonard Bernstein, Lorin Maazel,  solo per citarne alcuni, e  voci illustri come Maria Callas, Montserrat Caballè, Luciano Pavarotti.

Per conoscere i programmi

La campagna marketing continua

Le emittenti nazionali private da oggi per 2 settimane riprendono la campagna marketing con i 4 soggetti radio a  carattere informativo. Oggi l’ascoltatore ha ben compreso sia l’ottima qualità d’ascolto della radio digitale DAB+ sia la maggior scelta tra programmi nuovi, differenti e che solo con un ricevitore FM/DAB+ può ascoltare. Ormai l’ascoltatore ha compreso che si perde molto se non ha una radio DAB+ in auto o un ricevitore DAB+ in casa.

La radio digitale non è una nuova radio, ma un sistema nuovo di ascolto:

La radio digitale è gratuita:

La radio digitale in auto:

La radio digitale ti da maggiori informazioni:

Affari&Finanza di Repubblica: metà delle locali andranno sul DAB

Ieri Affari&Finanza di Repubblica, a firma di Stefano Carli che ancora una volta aggiorna puntualmente i suoi lettori sulla DigitalRadio, ha dedicato una intera pagina sui progressi dell’Autorità, che assegna nuove frequenze in altre 5 regioni, e degli operatori privati, che procedono nella copertura di nuove città.

L’Autorità ha pianificato 5 nuove regioni (Lazio, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia) con l’intento di diminuire il gap tra la maggior offerta di servizio nelle aree del centro-nord e quelle nel sud, isole comprese.

Gli operatori privati, oltre che al centro-nord, stanno potenziando la copertura in aree metropolitane nuove ed importanti del Lazio, della  Campania e lungo la costa adriatica, oltre che nelle nuove aree appena pianificate.

E’ logico che questo inarrestabile andamento positivo crei aspettative e faccia crescere il mercato italiano dei ricevitori per raggiungere i livelli degli altri paesi europei.

Ma per permettere una crescita più rapida del mercato occorrerà, a garanzia dei consumatori, adottare rapidamente una norma che imponga la vendita di ricevitori che oltre all’FM offrano anche la tecnologia DAB+.

In Francia è vigente una norma di legge, che impone, quando l’Autorità accerta il superamento della soglia di copertura del 20% della popolazione, l’obbligo di vendita di ricevitori domestici FM e DAB+ entro i 12 mesi successivi. 18 mesi dopo l’obbligo si estende anche al settore dell’automotive. Gli editori radiofonici francesi hanno già chiesto questa verifica, sono certi che entro l’anno scatterà questa regola di mercato a vantaggio della diffusione dei ricevitori DAB+ in Francia, ma indirettamente anche nel resto d’Europa; regola che varrà soprattutto per il settore automobilistico che difficilmente potrà differenziare gli allestimenti tra paese e paese.

Gli europei preferiscono l’ascolto della radio in digitale

Ieri in Gran Bretagna, sono stati pubblicati gli ultimi dati d’ascolto della radio: Rajar Q4 2015. Nei 12 mesi precedenti sul totale dell’ascolto, quello in digitale è cresciuto del 10% (dal 37,9% al 41,7%) mentre l’ascolto analogico decresce e passa al 50,6%, dal 56,4% del 2014. Sul totale dell’ascolto in digitale, prevale l’ascolto con la radio DAB (66%), per cui oggi gli inglesi che possiedono una radio digitale DAB sono il 54% del totale popolazione (erano il 48,9% a fine 2014). Quindi in continua crescita.

Oggi in Svizzera, il gruppo di lavoro DigiMig, istituito dall’Ufficio Federale delle comunicazioni, ha pubblicato il 2° report sui progressi della diffusione della radio digitale in previsione del passaggio dall’analogico al digitale a partire dal 2020. Il dato più importante è che la metà degli svizzeri (49%) ascolta la radio in digitale, preferita a quella analogica. Un altro dato di particolare rilevanza è il fatto che ci sia aumento della diffusione della radio digitale  soprattutto nel cantone italiano e francese . Aumenta il numero  dei giovani (dai 15 ai 24 anni) che preferiscono la nuova tecnologia digitale.  In ufficio e a casa  l’ascolto della radio in digitale (DAB+ o internet) ha superato quello analogico – più usato il DAB+ in ufficio, in casa quello via internet.

In auto domina la radio digitale DAB+!

18 nuove radio Nazionali in Digital Radio in Inghilterra

Digital Sound, la joint venture formata da Arqiva, Bauer media e UTV media, ha annunciato  un piano per attivare un secondo blocco DAB nazionale.

Le stazioni confermate, per l’attivazione del  29 febbraio, sono:

  • talkRADIO, notizie e attualità
  • talkSPORT 2, in diretta sport e sport parlare
  • Virgin Radio, musica rock e pop
  • Share Radio, affari e notizie finanziarie
  • Mellow Magic, musica rilassante e melodica
  • Magic Chilled
  • Absolute 80s
  • KISSTORY
  • Heat, musica pop, gossip e intrattenimento
  • Planet Rock, classic rock music
  • Sunrise Radio, asian music and speech
  • Awesome Radio, nuovo stile di vita britannico musulmano, la musica e la parola
  • UBC 2, Musica cristiana
  • Premier Christian Radio, Christian music and speech
  • Premier Praise
  • Panjab Radio, for British Sikhs and Panjabi speakers
  • Fun Kids, stazione radio per i bambini
  • Jazz FM, jazz, blues and soul

DigitalRadioIT al Salon de la Radio a Parigi

Oggi il Club DAB Italia, operatore di rete che insieme a Eurodab Italia sostiene lo sviluppo della tecnologia DAB+, presenta al Salon de la Radio, a Parigi, i continui progressi nello  sviluppo di nuovi servizi e nuove coperture che ad oggi permettono al 68% della popolazione di ascoltare la radio digitale DAB+ soprattutto in mobilità.

La sessione, in partnership con il WorldDAB, è interamente dedicata al “DAB+ in Europa – la visione del futuro della radio”,  presenti  operatori di altri paesi dell’Europa, dove lo sviluppo della radio digitale è ormai inarrestabile: in Norvegia a gennaio 2016 è iniziato lo switch off definitivo dell’FM, la confinante Svizzera ha già stabilito le tappe per il passaggio al digitale entro il 2024 e il Regno Unito  attiverà a breve il 2° multiplex per altre emittenti nazionali private. In Germania, Paesi Bassi e in Italia sono presenti nel mercato dell’automotive sempre più modelli nuovi con la radio digitale DAB+ di serie.