Articoli

DAB+, Seat aggiorna tutta la gamma 2020

Seat aggiorna tutta la gamma 2020 con il DAB+.

Seat introduce la radio digitale DAB+ standard su tutti gli allestimenti dotati del Media System.

La gamma Seat sta avendo un record di vendite nel nostro Paese di oltre il 17% in più rispetto al 1° semestre 2018.

Gli automobilisti italiani sono fedelissimi ascoltatori della radio (67,7% dell’ascolto é attraverso l’autoradio).

Pertanto, la collaborazione tra broadcasters e industria dell’auto è sempre più fondamentale per offrire la miglior esperienza d’ascolto ed un servizio audio sempre più elevato ai cittadini.

Con l’autoradio DAB+ si ricevono 48 programmi nazionali, pubblici e privati, oltre a circa 250 programmi locali on air in alcune aree pianificate da Agcom. 

La Germania promuove la diffusione della radio digitale

La Germania promuove la diffusione della DigitalRadio DAB+.

E’ un passo decisivo per la trasformazione della radiodiffusione sonora tradizionale a quella digitale.

Il Consiglio Federale tedesco ha adottato il progetto di modifica della Legge sulle Telecomunicazioni, presentata dal Ministro federale dell’Economia e dell’Energia.

In futuro le autoradio ed i ricevitori radio in grado di visualizzare il nome del programma, devono essere dotati del sistema di ricezione dei programmi in digitale.

La Germania, dopo Francia e Italia, è il terzo paese europeo a promuovere fortemente lo sviluppo della radio digitale. 

In Germania, a fine 2018, sono state vendute circa 12 milioni di radio digitali DAB+. Il 40% dei nuovi veicoli hanno il DAB+ standard e il 98% della popolazione riceve i programmi in tecnica digitale DAB+ (fonte infographica di WorldDAB)

GFK conferma la crescita del DAB+ in Italia

La ricerca di GFK conferma la crescita del sistema della DigitalRadio DAB+ in Italia.

12,9 milioni di italiani conoscono la DigitalRadio DAB+.

4,5 milioni di italiani dichiarano di possedere una radio DAB+.

Sempre più italiani la preferiscono per la qualità del suono senza interferenze e per l’offerta di nuovi programmi tematici dedicati a diversi generi musicali.

Con la radio digitale DAB+ puoi ascoltare 48 programmi nazionali di cui 28 sono solo digitali.

Il DAB+ è sempre più inserito tra le dotazioni di serie dei veicoli di nuova immatricolazione e da Gennaio 2020 la legge italiana lo rende obbligatorio su tutti i veicoli.

In Europa, il nuovo Codice di Comunicazione Elettronica Europea (EECC)  impone l’obbligo della radio digitale DAB+ in tutte le auto nuove entro la fine del 2020.

La ricerca, commissionata da DAB Italia a GFK e presentata all’Automotive 2019 di WorldDAB che si è svolto al Lingotto di Torino il 20 Giugno, si basa su circa 22.000 interviste annuali con metodo CATI su un campione rappresentativo della popolazione italiana da 14+.

DIBIDIDOBIDI #DAB: on air la campagna marketing estiva

Al via la campagna pubblicitaria estiva della DigitalRadio.

Per tutto il mese di agosto, gli spot realizzati dall’Agenzia Marani sono trasmessi da tutte le emittenti nazionali e da oltre 200 emittenti locali.

La campagna 2019 si articola in 4 diversi soggetti radio, ai 3 dei precedenti flight – “è ora di cambiare” – “la DigitalRadio sarà in tutte le auto nuove” e “la DigitalRadio è anche in casa” – si aggiunge il soggetto tipicamente estivo, spiritoso e divertente.

Con l’acquisto di un ricevitore radio digitale puoi ricevere 48 programmi nazionali in DAB+, di cui 28 all-digital.

Con l’acquisto di un ricevitore radio solo analogico puoi ricevere 21 programmi nazionali in FM.

Sono oltre 200 le emittenti locali che trasmettono in DAB+ nelle aree pianificate da Agcom.

Dal 1° Gennaio 2020 scatta l’obbligo di vendita su qualsiasi piattaforma commerciale di ricevitori radio digitali, cioè dotati sia del sistema di ricezione dei programmi trasmessi in DAB+, sia di quelli trasmessi in FM.

Buon ascolto!

DAB+, il futuro digitale della radio è il presente

Il nostro countdown ci dice che mancano poco più di 150 giorni.…al 1° gennaio 2020 quando tutti gli apparati radiofonici venduti al pubblico su qualsiasi piattaforma o catena di negozi saranno dotati del sistema di ricezione della radio digitale (DAB+).

In previsione, gli operatori di rete, pubblici e privati, stanno lavorando alacremente per espandere le proprie rispettive reti di diffusione ed offrire la migliore esperienza d’ascolto della radio sia in auto sia in casa.  Complessivamente oggi offrono una copertura di servizio in mobilità outdoor a oltre l’80% della popolazione e di servizio indoor al 55% degli italiani.

Andiamo a vedere in dettaglio gli ultimi sviluppi annunciati dai 3 operatori nazionali:

  • Radio Rai, il servizio pubblico dopo il primo annuncio di attivazione di 8 nuovi impianti (Mugello, Guadamello, Cassino, Monte Chiunzi, Salerno Colle Bellaria, Monte Subasio, Mignano Monte Lungo e Olmo di Arezzo),  ha annunciato altri 4 impianti  – San Vittore del Lazio (FR), Cava dei Tirreni (SA), Pigazzano (PC) e Terni Miranda (TR) salendo ad un totale di 50 impianti attivi a servizio di oltre il 50% della popolazione. Obiettivo è  arrivare a 62 impianti attivi per raggiungere il 57% degli italiani entro fine anno.
  • Eurodab Italia ha informato gli ascoltatori sulle numerose nuove attivazioni del primo semestre attraverso i propri canali social: Bellagio e lago di Como; potenziamento del segnale sulla città di Torino, Pinerolo, Moncalieri e Rivoli; in Umbria per migliorare la copertura sulla città di Perugia, Foligno, Spoleto e Todi; Rieti e dintorni; in Calabria su Catanzaro, Lamezia Terme e Isola di Caporizzuto; Monte Creò a servizio delll’alto Lago d’Iseo, Val Cavallina e Val Camonica; Sulzano e la parte centrale del Lago d’Iseo, Iseo e Sarnico; Rogliano per il servizio su tratto A2 tra Lamezia Terme e Cosenza; Zambrone e Tropea; l’impianto Magolà per il servizio su Lamezia Terme, piana e tratto A2 tra Lamezia e Pizzo; Mormanno per il servizio sul tratto A2 tra Lauria e Morano Calabro; Parabita (LE) per il basso Salento, Lecce e principali località turistiche (Gallipoli, S.M.Leuca, Otranto); Volterraio-Elba (LI) per l’isola e la costa toscana tra Piombino e Castiglione della Pescaia; Roselle (GR) per Grosseto e dintorni;  impianto La Sassa (PI) per garantire continuità di servizio lungo la costa toscana da Rosignano a San Vincenzo; Palmi (RC) per il tratto A2 tra Rosarno, Gioia Tauro e Bagnara Calabra;
  • DAB Italia ha appena pubblicato sul proprio sito l’elenco delle nuove attivazioni: Piemonte,  sono on air 2 impianti a servizio delle città di Stresa, Domodossola e zone limitrofe; Liguria,  un impianto a servizio della città di Savona e Vado Ligure oltre a migliorare la ricezione DAB+  tra Genova e Albisola;  Lombardia, 2 nuovi impianti, il primo a servizio della Valcamonica, il secondo su Varese e dintorni; Lazio, 2 impianti a servizio di Viterbo e provincia e a Priverno, Monti Lepini e lungo la SS156;  a sud della Campania al confine con la Basilicata, un impianto su Teggiano, Sala Consilina, la conca pianeggiante del Vallo di Diano e miglioramento della ricezione sulla A2; Calabria un impianto a servizio della città di Cosenza e lungo la A2.

Buon ascolto!

DAB+ in crescita continua dal 2017

La DigitalRadio prosegue la sua espansione guadagnando terreno ad ogni rilevazione (ricerca annuale su “Il sistema DAB+ in Italia” condotta da GFK Italia e commissionata da DAB Italia).

Sale la fiducia e la soddisfazione degli automobilisti e dei consumatori grazie alla qualità del suono e all’assenza di interferenze.

Altrettanto rilevante, la quota di autovetture nuove che sono dotate  del ricevitore DAB+ di serie .

Da gennaio a dicembre 2018, il possesso dichiarato di devices DAB+ è aumentato di 1,1 mio, un successo che dimostra l’interesse verso il medium radiofonico strumento indispensabile nella nostra vita quotidiana.

Le case auto si stanno preparando agli obblighi di legge che prevedono la DigitalRadio su tutti i modelli.

Una normativa italiana che sta trovando apprezzamento in altri paesi europei, la Francia ha di recente previsto un obbligo simile e altrettanto sta valutando la Germania.

Il 13 Febbraio è il World Radio Day

Mercoledì 13 febbraio è la Giornata Mondiale della Radio.

Gli operatori nazionali, pubblici e privati, che sviluppano il servizio della radio digitale terrestre DAB+ su tutto il territorio celebrano il World Radio Day 2019.

La data è stata istituita dall’Unesco nel 2011,  a ricordo del giorno in cui, nel 1946, è stata fondata la Radio delle Nazioni Unite.

L’UNESCO invita tutte le radio e le organizzazioni ad unirsi e celebrare il World Radio Day 2019, un’opportunità per rafforzare la diversità, la pace ed il dialogo.

La Radio riunisce persone e comunità di ogni provenienza per favorire un dialogo positivo per il cambiamento.

La Radio raggiunge il più vasto pubblico ed è riconosciuto come un potente strumento di comunicazione a basso costo.

La Radio è particolarmente adatta per raggiungere comunità remote e vulnerabili.

La Radio ha un ruolo forte e specifico nella comunicazione di emergenza e nel soccorso in caso di calamità.

La Giornata Mondiale della Radio 2019 celebra il potere della Radio nel promuovere il “Dialogo, Tolleranza e Pace” .

 

Radio Digitale, il Parlamento Europeo sostiene la dotazione del DAB+ in auto.

Ieri in sessione plenaria, il Parlamento europeo ha formalmente approvato  il nuovo Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche. La presente Direttiva richiede che tutte le nuove autoradio nell’UE siano in grado di ricevere la radio digitale terrestre (DAB+). Questo requisito è in aggiunta a qualsiasi funzionalità FM o AM.

Il nuovo Codice Europeo facilita la transizione verso la radio digitale.

Il nuovo Codice Europeo garantirà a tutti i conducenti di auto, ovunque nell’UE l’abbiano acquistata,  l’accesso ai vantaggi che la radio digitale terrestre DAB+ offre:

  • una ricezione  stabile  con ottima qualità audio,
  • senza costi aggiuntivi,  senza abbonamento, 
  • un servizio libero, universalmente disponibile e non suscettibile di sovraccarico di dati,
  • maggiore scelta di programmi e servizi dati che verranno forniti a milioni di conducenti in tutta l’Unione europea.

I prossimi passaggi del procedimento legislativo della Direttiva saranno:  approvazione formale da parte del Consiglio e la pubblicazione in Gazzetta ufficiale dell’Unione europea all’inizio del 2019. A  quel punto la Direttiva entrerà in vigore, dopo di che queste norme dovranno essere recepite entro due anni dalle legislazioni nazionali di ogni paese membro dell’Unione Europea.

In Italia è già  stata introdotta la legge che impone dal 1 giugno 2019  l’obbligo per importatori, catene commerciali e settore automobilistico di approvvigionarsi di ricevitori radio (autoradio, radio fisse da casa, radio portatili e smartphone con radio ) dotati del sistema di ricezione della radio digitale terrestre DAB+. Dal 1 gennaio 2020 l’obbligo si estende alla vendita al pubblico su qualsiasi piattaforma commerciale.

La Francia ha, già anni fa, approvato una legge che impone il medesimo obbligo quando la copertura dei servizi DAB + supereranno il 20% della popolazione nazionale. Nel contesto dell’ultima Assemblea generale del WorldDAB, appena conclusasi a Berlino, il CSA (Consiglio Superiore dell’Audiovisivo) ha dichiarato che molto probabilmente avverrà entro la fine del 2018.

Il testo completo è disponibile.

DigitalRadio DAB+, il suono perfetto si fa sentire

DigitalRadio DAB+, cresce la conoscenza della radio digitale,  aumenta la diffusione dei ricevitori.

Il totale dei ricevitori in uso in Italia sale a 3,7 milioni con un incremento rispetto alla precedente rilevazione del 13%, in aumento anche la conoscenza di questa tecnologia nota a oltre 10 milioni di italiani adulti (+14).

 Interessanti anche le motivazioni di acquisto dichiarate dagli intervistati. Il 33%, infatti, afferma di averla a disposizione sul proprio autoveicolo nuovo, il 36% sostiene di averla scelta per la qualità del suono e l’assenza di interferenze.

Questi sono i dati ricavati dalla ricerca commissionata da DAB Italia a GFK Italia per il monitoraggio della diffusione della DigitalRadio DAB+ nel nostro paese.

Dati positivi che si affiancano ad una continua progressione dell’area di copertura della DigitalRadio DAB+. L’operatore DAB Italia, grazie all’attivazione di nuovi impianti in zone rilevanti dal punto di vista sociale ed economico del paese, con particolare interesse alle direttrici di grande traffico, ha superato l’80% di popolazione servita in ricezione mobile outdoor.

La DigitalRadio DAB+ è presente in ogni regione italiana e ricevibile su oltre 5.000 km di strade di grande comunicazione.

DAB Italia ha in progetto di estendere ulteriormente l’area di copertura e di sperimentare, entro la fine del 2018, il servizio in galleria per soddisfare le esigenze di tutti gli automobilisti.

Gli operatori nazionali a supporto dello sviluppo del servizio della DigitalRadio DAB+ su tutto il territorio, da giugno 2018 adottano il nuovo logo internazionale condiviso nell’ambito dell’organizzazione WorldDAB che riunisce tutti i membri e attori dell’industria della radio digitale DAB+. L’adozione del nuovo logo – unico in tutto il mondo – ha lo scopo di incrementare la riconoscibilità della tecnologia e dei ricevitori digitali in tutti i mercati europei ed internazionali.

A breve, infine, prenderà il via il flight estivo della campagna di marketing 2018, che durerà per tutto il mese di Agosto su tutte le emittenti radio nazionali e molte locali. Con più di 1000 spot la campagna 2018 ha una copertura di oltre 23 milioni di ascoltatori. Gli operatori nazionali hanno ideato la nuova campagna marketing 2018 della DigitalRadio DAB+ “Dibidi-Dobidi-Dab”con 3 nuovi soggetti radio programmati per 5 flight distribuiti nell’arco dell’anno.

Gli operatori privati estendono ulteriormente le proprie reti DAB+

Nella seconda metà del 2017, gli operatori nazionali privati che sviluppano la radio digitale DAB+, DAB Italia e EuroDAB Italia, hanno attivato senza sosta nuovi impianti, alcuni a potenziamento del proprio servizio nelle aree dove il segnale era già ricevibile in mobilità outdoor, altri a servizio di nuove città e relativi tratti autostradali/strade principali.

Riportiamo integralmente l’ultima news sul sito di DAB Italia:

Nella seconda metà dello scorso anno,  DAB Italia ha attivato 11 nuovi impianti nelle regioni del Piemonte, Veneto, Lombardia, Trentino, Liguria, Umbria, Lazio e  Abruzzo. Dopo la pausa estiva, a settembre sono stati attivati 2 nuovi impianti in Piemonte a servizio delle città di Biella, Ivrea e zone limitrofe; a novembre ne sono stati attivati 3, il primo a servizio della città di Civitavecchia compreso il tratto autostradale tra Fregene e Tarquinia nel Lazio, a seguire la città di Terni e dintorni in Umbria e Belluno nel Veneto compresa una buona parte della Valbelluna; in volata finale nel mese di dicembre i nuovi impianti sono stati 6:  il primo a potenziamento del servizio su Bergamo e dintorni, a seguire l’impianto a servizio dell’alto Lago di Como e la parte della Valtellina che l’impianto di Sondrio non poteva servire, il terzo in Trentino a servizio della Valsugana e nello stesso giorno a Pedavena nel Veneto. Il 19 è stato attivato un nuovo impianto in Liguria su La Spezia e su tutto il Golfo dei Poeti, per ultimo finalmente è stato attivato l’impianto di Avezzano a servizio dell’intera Piana del Fucino in Abruzzo.

EuroDAB Italia ha attivato in Toscana un nuovo impianto a Firenze per coprire Firenze sud fino a tutta la Valdarno e un’altro ad Arezzo e relativo tratto autostradale A1; in Campania a Salerno e provincia, in Sicilia a Trapani e zone limitrofe, compresa la città di Marsala.

Buon ascolto, allora!

 

Elementi di portfolio