Articoli

21 -22 -23 Aprile a Milano torna Radio City Milano 2017

Oggi a Milano torna il Festival dedicato alla radio – libera, popolare, gratuita – Radio City Milano 2017!

Radio, la nuova frontiera.
Per i pionieri che vogliono sperimentare le nuove forme di comunicazione, per i veterani che erano sulle navi pirata al largo delle coste inglesi e per i ragazzini che si cimentano con un microfono e delle cuffie nella loro cameretta. Per chi è in macchina e non smette di ascoltare, per chi corre con una voce nelle orecchie, per chi si sveglia presto e per chi va a dormire tardi. Per chi ama la musica e per chi vuole solo le parole, per chi chiama tutti i giorni il suo programma preferito e per chi cambia stazione ogni trenta secondi. Per quelli che erano in fm quando erano giovani e per quelli che saranno in digitale da nonni. Per tutti questi esiste la radio. E per tutti questi abbiamo creato RadioCity: per unire tutte le radio del mondo e per scandire insieme il conto alla rovescia che ci separa dal nostro futuro.
Perchè il pianeta è un essere vivente e la radio è la sua colonna sonora.
Radiocity Milano 2017. Countdown to the Future.
Stay Hungry, Stay Radio, Stay Tuned.

Qui puoi trovare il programma

Ma se non hai tempo per andare all’Unicredit Pavilion e vedere che si dice da quelle parti, il nuovo programma “pop-up” RadioCityMilan trasmesso in Digitalradio DAB+ dall’operatore Eurodab Italia te lo racconta così non ti perdi nulla!

I programmi  detti “pop-up” che permettono all’ascoltatore di seguire eventi live particolari stando a casa o in auto è  uno dei vantaggi più interessanti della tecnologia DAB+.  In UK la BBC segue ormai da qualche anno uno dei più importanti festival annuali dedicati alla musica country trasmettendo per 4 giorni solo in DAB+ il canale “BBC Radio 2 Country” e portando nelle case inglesi un genere musicale “di nicchia”.

 

Nasce il primo programma radiofonico dedicato ai bambini

Finalmente anche in Italia nasce il 1° canale radiofonico interamente dedicato al mondo del bambini da 2 ai 10 anni: Rai Radio Kids.

Lo ha annunciato il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto, intervenendo a ‘Cartoons on the Bay’, il festival internazionale dell’animazione crossmediale in corso a Torino.

“La parola è quell’elemento che mai si modificherà, sarà sempre unica, insostituibile e straordinaria. E la radio è da sempre un media moderno. Così abbiamo deciso di dare forza ai progetti digitali legati ai diversi target e – a partire dal mese di giugno – proporremo Rai Radio Kids, un canale creato per i più piccoli, senza pubblicità come accade in tv”. Antonio Campo Dall’Orto, Direttore Generale della Rai, ha così annunciato la partenza di una nuova iniziativa di grande appeal in occasione dell’edizione 2017 di Cartoons on the Bay. 

Cresce dunque la varietà dell’offerta on air firmata dalla Rai che amplia – nel segno del Servizio Pubblico –  il raggio di azione e la platea da raggiungere su piattaforme non ‘tradizionali’. A partire dal 12 giugno prossimo arriverà Rai Radio Kids: un progetto cross-mediale per bambini 2-10 anni con una offerta di musica e canzoni, colonne sonore dai cartoni animati, narrazione, fiabe, informazione, educazione all’ascolto e alla musica, educazione alla lettura. Rai Radio Kids si occuperà sia ‘dell’intrattenimento per i più piccoli’ sia tematiche sociali per i più grandi, come la lotta al bullismo e l’educazione all’affettività.
“Sentivamo forte il bisogno di dare voce ai bambini attraverso un canale radio a loro dedicato, iniziando un percorso che il resto dell’Europa ha già da tempo intrapreso con successo”, sottolinea il Direttore di Radio Rai Roberto Sergio, “Rai Radio Kids è un progetto unico nel suo genere, che vedrà impegnata l’azienda in un importante sforzo produttivo dedicato ai bambini, rafforzando così il suo ruolo di servizio pubblico”.
Rai Radio Kids è una offerta inedita declinata attraverso tutti i device (DAB – WEB – APP – DDT e SAT), ma anche attraverso spettacoli live (teatro musicale, concerti, eventi), in modo che bambini e bambine possano dar voce ai loro pensieri. In questo senso particolarmente importante sarà la collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Rai Radio Kids, sarà prodotta in collaborazione con la sede e il Centro di produzione Rai di Torino.

Ufficio stampa Rai

La prima DigitalRadio DAB+ tutta italiana

L’Italia torna di nuovo a produrre la radio, come è stato in passato con la produzione di importanti brand che hanno fatto la storia. E lo fa con una smart radio, tecnologicamente innovativa, prima ed  unica al mondo: Radionovelli Radio 4G. Oltre alla normale ricezione e riproduzione di segnale sulle bande AM/FM e DAB+,  utilizza la connessione Internet mobile per l’ascolto e la visione di contenuti audio e video presenti sul web, sfruttando tutto il potenziale del sistema operativo Android che siamo abituati a utilizzare tramite smartphone e tablet. Attraverso il display touch da 6″ integrato sarà infatti possibile utilizzare applicazioni come Spotify, YouTube, Skype, navigare nel Web, riprodurre contenuti multimediali presenti su supporti ottici e digitali , anche attraverso la richiesta vocale.

Grazie all’idea sviluppata e brevettata da Paolo Novelli , esperto di tecnologia ed appassionato della radio, parte ora  la produzione per un’eccellenza tecnologica di qualità, tutta italiana, in collaborazione con la società  NS12 Spa, partner per lo sviluppo software e hardware. Radio 4G si presenta come una bella radio dal design vintage, con funzionalità e applicazioni che introducono al futuro alla portata di tutti  che, a partire da maggio del prossimo anno, potranno acquistarla sul mercato.

La Radio RDN 4G è destinata a rivoluzionare la fruizione radiofonica così come è stata fino ad oggi – afferma Paolo Novelli, imprenditore da sempre legato al mondo della radio ed esperto di tecnologia  – Le sue elevate prestazioni e la sua versatilità, oltre ad essere molto apprezzate dai più entusiasti della tecnologia, sono utili anche per chi non usa abitualmente internet o non è un nativo digitale”.

radionovelli

La nuova Panda con la radio DAB+

La Panda 2017 “evolve rimanendo se stessa”! Nulla di più vero! La Panda negli allestimenti Easy, Azzurri e Lounge ha l’UConnect e con solo 100 euro puoi avere la radio DAB+. Optional anche nella versione 4×4 e la Panda Cross.

Inoltre nel mese di ottobre la Panda è in promozione  con il finanziamento MenoMille.

Vai in concessionaria e richiedila!

Il primo operatore nazionale cambia denominazione

DAB Italia, il primo operatore nazionale per la DigitalRadio DAB+ cambia nome e rilancia gli investimenti per giungere entro l’anno all’85 % di copertura.

Sul sito www.dab.it  si legge che da oggi è efficace la delibera dell’assemblea dei soci che ha cancellato il “Club” scegliendo la sola DAB Italia come propria denominazione,  più consona ad una struttura sempre più in evoluzione ed economicamente rilevante per il settore radiofonico.

La società consortile per azioni composta dai maggiori gruppi radiofonici nazionali vuole così dare un segnale ancora più forte della propria determinazione nel completare la copertura dell’intero paese. Obiettivo per il 2016 giungere al traguardo dell’85% di servizio per la ricezione in mobilità, oltre 7.500 chilometri di autostrada con un segnale perfetto diffuso con la tecnologia DAB+.

Appena sbarcati nella capitale della Sardegna, DAB Italia sta ora predisponendo l’avvio del servizio su tutta la dorsale adriatica e in Puglia. Sul versante tirrenico estenderà la copertura in Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia secondo la pianificazione recentemente approvata da Agcom per queste regioni. Nei prossimi giorni l’attivazione del servizio in Umbria.

“ Si tratta di un impegno rilevante, sia economico sia tecnologico – dichiara Emanuele Ferrario presidente della società – che vede gli editori radiofonici nazionali impegnati per l’innovazione delle reti radiofoniche. La risposta dei cittadini è positiva, in forte crescita l’offerta DigitalRadio DAB+ sulle auto alla pari del resto d’Europa. Stiamo raggiungendo gli obiettivi che ci eravamo prefissati ed altri ne raggiungeremo, consapevoli che per colmare il gap del nostro Paese rispetto agli altri Stati europei ci sia bisogno di impegno, lavoro ed investimenti e di un mondo, come il nostro, coeso e compatto nell’affrontare il cammino verso il traguardo”.

I programmi nazionali trasmessi in simulcast (FM e DAB+) sono: m2o, R101, RDS, Radio 24 il Sole 24 Ore,  Radio Capital, Radio Deejay, Radio Maria, Radio Radicale e solo in DigitalRadio DAB+: m2o Dance, Capital Music, Capital Funky, RDS Relax, Radio Maria Albania (in albanese), Kc1 Test, Kc2 Test e Kc3 Test.

L’Europa vuole la DigitalRadio su tutte le auto

L’auto è da sempre il luogo principe per l’ascolto della radio e una recente ricerca di mercato afferma che chi acquista un’auto nuova non può fare a meno della radio. Il 56% degli europei riceve la DigitalRadio DAB+. In Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda, Svizzera, Norvegia e Danimarca il crescente sviluppo della tecnologia digitale radiofonica ha generato la necessità di una collaborazione sempre più stretta tra broadcaster e produttori di automobili.

A Bruxelles si è tenuta la seconda edizione del WorldDAB Automotive, “Drive to digital – Europe”, un evento che ha riunito 150 delegati internazionali: ministri di varie nazioni, produttori di auto, produttori di autoradio, operatori del settore e broadcaster.

Hellen Boaden, Direttore BBC Radio e presidente European Digital Radio Alliance, ha ribadito quanto la digitalizzazione della radio, utilizzando la tecnologia DAB+, sia fondamentale per continuare a garantire alla radio di essere il mezzo semplice, robusto e capillare che è stato sin dalla nascita e che continua a contraddistinguerlo dagli altri medium.

Si è parlato poi dello stato dell’arte della DigitalRadio DAB+ in Europa. I rappresentati di UK, Germania, Norvegia, Svizzera, Italia, Belgio, Danimarca e Olanda hanno illustrato l’avanzamento della radio digitale nei rispettivi paesi. Differenti ma con le stesse conclusioni: la DigitalRadio DAB+ è ormai un elemento consolidato che porta nuovi contenuti, nuovi servizi ed una nuova esperienza d’ascolto, estremamente soddisfacente per chi la prova.

“L’Italia è uno tra i principali attori della radio digitale a livello internazionale – Eugenio Lateana per DigitalRadioIT – chi acquista un ricevitore digitale può fin da subito ricevere a livello nazionale 21 nuovi canali. Contenuti creati per un pubblico sempre più esigente con una qualità del suono e stabilità di ascolto un passo avanti rispetto alla radio analogica. Le coperture si stanno ampliando rapidamente e in maniera capillare. Oggi diventare ascoltatori di radio digitale è molto semplice, basta acquistare un ricevitore DAB+ nelle grandi catene di elettronica di consumo o su internet. Sulle auto è di serie su molti modelli ed è offerto come optional da tutte le case automobilistiche.”

La DigitalRadio sbarca a Cagliari

4 ottime notizie per gli abitanti di Cagliari!

Il primo operatore nazionale privato, Club DAB Italia, ha appena pubblicato la notizia dell’attivazione del  1° impianto di trasmissione radiofonica in tecnica digitale DAB+ dedicato al servizio della città di Cagliari e zone limitrofe entro la prossima settimana.

Il servizio offrirà l’ascolto di 16  programmi in DAB+ come: Radio DeeJay, m2o, R101, Radio 24-Il Sole 24 Ore, Radio Capital, Radio Maria, Radio Radicale e RDS;  gli altri  ricevibili solo in digitale: Capital Funky, Capital Music, RDS Relax, Radio Maria Albania (in albanese), m2o Dance, Kc1 Test, Kc2 Test, Kc3 Test.

Annunciano, inoltre, l’attivazione di un impianto a copertura del servizio sulla città di Bologna e dintorni a potenziamento della ricezione outdoor e indoor.

Buon ascolto!

La radio digitale festeggia l’8 marzo tutto al femminile

Radio7Live, il canale digitale di Radio Rai, oggi dedica tutto il palinsesto alle muse internazionali della musica: dalla Nannini, Alicia Keys alla Streisand, da Diana Ross ad Alanis Morissette, tutte in live!

La giornata si concluderà con il concerto “Amiche per l’Abruzzo” promosso dalla Pausini a San Siro i cui proventi furono devoluti a favore delle zone colpite dal terremoto del 2009 e con la partecipazione di tantissime artiste italiane come, solo per citare alcune, Giorgia, Elisa, Fiordaliso, Patty Pravo… e molte altre ancora.

Radio7Live è un programma che si può ascoltare, oltre che sul web,  con una radio digitale DAB+ .

Oltre all’offerta dei programmi nazionali che ascolti in analogico, la radio digitale DAB+ ti regala molto di più! Puoi godere di ben 19 programmi nazionali in più, solo digitali,  dedicati ad un genere musicale come 24 ore di Jazz&Blues, o tutto il rock più classico e inossidabile dagli anni 70, dal funky town all’opera…insomma la tua musica con un suono perfetto, a casa o in auto, mentre fai jogging al parco o sei in ufficio.

L’Opera eccellenza italiana si ascolta con il suono perfetto della Digitalradio

Radio 8 Opera è un progetto editoriale di Radio Rai per la promozione di un sistema musicale di eccellenza tutto italiano, l’Opera. Riconosciuta, diffusa e seguita in tutto il mondo.

Ora, con il suono perfetto della radio digitale DAB+,  si possono godere le note delle più grandi opere italiane custodite nell’archivio di Radio Rai,  interpretate dai cori e dalle orchestre Rai,  dirette da   Herbert von Karajan, Carlo Maria Giulini, Leonard Bernstein, Lorin Maazel,  solo per citarne alcuni, e  voci illustri come Maria Callas, Montserrat Caballè, Luciano Pavarotti.

Per conoscere i programmi

DigitalRadioIT al Salon de la Radio a Parigi

Oggi il Club DAB Italia, operatore di rete che insieme a Eurodab Italia sostiene lo sviluppo della tecnologia DAB+, presenta al Salon de la Radio, a Parigi, i continui progressi nello  sviluppo di nuovi servizi e nuove coperture che ad oggi permettono al 68% della popolazione di ascoltare la radio digitale DAB+ soprattutto in mobilità.

La sessione, in partnership con il WorldDAB, è interamente dedicata al “DAB+ in Europa – la visione del futuro della radio”,  presenti  operatori di altri paesi dell’Europa, dove lo sviluppo della radio digitale è ormai inarrestabile: in Norvegia a gennaio 2016 è iniziato lo switch off definitivo dell’FM, la confinante Svizzera ha già stabilito le tappe per il passaggio al digitale entro il 2024 e il Regno Unito  attiverà a breve il 2° multiplex per altre emittenti nazionali private. In Germania, Paesi Bassi e in Italia sono presenti nel mercato dell’automotive sempre più modelli nuovi con la radio digitale DAB+ di serie.

Eventi

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri