DAB+, cresce l’offerta di contenuti locali in Umbria

In Umbria è operativo un nuovo mux DAB+ di emittenti radiofoniche locali.

Radiofonia locale digitale Umbria, amministratore unico Elena Porta, è stato attivato da alcune emittenti del sistema associativo Aeranti-Corallo e trasmette sulle frequenze del blocco 10C: Max Radio Classic; Radio Blu; Radio Galileo; Radio Studio Delta e Simply Radio.

Il nuovo impianto si trova in località Colle della Trinità (PG).

Radiofonia locale digitale Umbria si aggiunge agli altri mux, attivati da radio locali appartenenti all’associazione Aeranti-Corallo, e già operativi in Toscana (province di Firenze, Pistoia, Prato, Arezzo e Siena), Piemonte occidentale (province di Torino e Cuneo), Trentino Alto Adige e Campania (province di Napoli e Caserta).

Ora in Umbria, regione pianificata da Agcom con Delibera n.602 del 2014, sono attivi 3 mux locali: CRDAB, Umbria DAB e Radiofonia locale digitale Umbria.
Esprimendo soddisfazione per l’attivazione dei nuovi servizi, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore Aeranti-Corallo, ha dichiarato: “Il nuovo mux realizzato in Umbria conferma l’impegno dell’emittenza radiofonica locale a investire nella radiofonia digitale, per essere protagonista nei nuovi scenari tecnologici. Occorre ora – ha aggiunto Rossignoli – che l’emittenza locale possa essere messa nelle condizioni di operare in tutta Italia. Infatti, al momento, a causa della scarsità delle frequenze in molte zone, le radio locali non hanno ancora la possibilità di trasmettere in DAB+. E’ assolutamente necessario – ha concluso Rossignoli – che il Ministero dello Sviluppo economico autorizzi fin da subito l’attivazione di impianti sperimentali in attesa del riassetto delle frequenze che sarà attuato nel giugno 2022”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *